CARTINA DI DUBLINO PDF

Da questo punto di vista il viaggio a Dublino mi ha permesso di conseguire un di leggere un’opera di narrativa così lunga (sono circa pp) con la mappa di. Irlanda mappa delle contee.: dublin.: est coast & midlands.: south est.: south west per gli Irlandesi di tutto il mondo, e in particolar modo per quelli di Dublino . Howth è un sobborgo di Dublino situato sulla penisola Howth Head, che si estende a Howth: mappa a tutto schermo. Molto vicino è l’aeroporto di Dublino.

Author: Dunris Faejas
Country: Bahamas
Language: English (Spanish)
Genre: Love
Published (Last): 19 June 2009
Pages: 96
PDF File Size: 1.85 Mb
ePub File Size: 14.77 Mb
ISBN: 972-1-54368-253-7
Downloads: 92333
Price: Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader: Kaziktilar

Il mio tredicesimo viaggio nell’Unione Europea. Produce subito simpatia ed entusiasmo senza che se ne conosca il motivo.

Geografia dell’Irlanda

Da questo punto di vista il viaggio duhlino Dublino mi ha permesso di conseguire un duplice obiettivo: Vi sembra ancora poco? Dunque, rischiosamente a mie spese, a Dublino in pieno inverno. Mi dispiace soltanto non aver potuto fare delle foto da mostrare qui nel web, ma si mattina della partenza, per la premura di perdere l’autobus per l’aeroporto, ho dimenticato di mettere in valigia la macchina fotografica. Mi dispiace, ma non ci posso fare nulla. Niente a che vedere con il last minute.

Ho fatto bene e non me ne sono pentito. Il libro, e non solo quello, l’ho letto alcuni mesi prima della partenza. E’ stato un esercizio piacevole e una scoperta interessante. Dunque, Dublino non solo come capitale di uno Stato dell’Unione Europea ma Dublino come sede di scoperte e di conferme, di verifiche o di invalidazioni di ipotesi che ho sempre desiderato mettere alla prova ma che non ho mai potuto.

Dunque, non fare la furba, svelati serenamente e fatti apprezzare al meglio. Tanto ti conosco, mascherina”. Credete che non l’abbia pensato?

Io al vostro posto non avrei dubbi in proposito. In questo modo ho dubliho due piccioni con una fava. Quattro giorni pieni, vissuti intensamente dalla mattina alla sera, con una giornata di pioggia e con un pienone di freddo indimenticabile all’insegna ccartina turismo culturale e sportivo. Ho fatto un pieno di ricordi che la mia memoria, rublino oggi, non fa che ringraziarmi continuamente per averle fatto questo gradito regalo. Un ricordo importante che si possa dublinl da un viaggio piacevole dovrebbe essere capace, dice Canestrini, di “ricordare a noi o a chi ci sta vicino un momento di piacere o di crescita, vissuto in viaggio.

Iniziamo il racconto della vacanza nell’isola di S. Patrizio partendo dalla descrizione del viaggio. Andata per Dublino con un viaggio aereo su un vettore tipicamente indigeno Aer Lingusvolo EI Partenza da Roma Fiumicino alle Tariffa economica di Per il ritorno mi fu comunicato in precedenza da Ryanair di presentarmi all’aeroporto di Dublino, dalle ore 9.

  DIARIO DE LA GUERRA DEL CERDO ADOLFO BIOY CASARES PDF

Accanto a me un signore irlandese che rientra a Dublino da Roma. Non ho capito se avesse veramente piacere di leggere le notizie oppure se era interessato a non parlare con alcuno dei passeggeri. Non ha detto una sola parola nell’intero viaggio. L’autobus parte dall’uscita del terminal di arrivo ogni quarto d’ora, dalle Ho monitorato sul web il percorso e il tempo impiegato dai vari autobus della linea, ottenendo conferma della previsione di un trasporto sicuro nei tempi e nei luoghi attraversati.

Addirittura saltano delle intere corse, con un allungamento dei tempi di percorso da far arrabbiare anche le tartarughe. All’uscita del Terminal ho atteso l’autobus per circa dieci minuti.

Mappa di aeroporti e porti

Faceva veramente freddo e soffiava un’aria rigidissima che faceva rabbrividire in continuazione. Sono rimasto in fila facendo la coda al freddo fino all’arrivo dell’autobus, una vera salvezza salutato dai passeggeri con una manifestazione di sorrisi e di compiacimento. Penso di essere stato completo e dettagliato nelle informazioni di viaggio. Naturalmente, tutto dublinoo in my opinion.

Mappa di aeroporti e porti

Ma un taxi che passava per la strada, fortunatamente per me, vedendomi con la valigia, si ferma e mi porta direttamente all’albergo. Ebbene da questa piccola disavventura ho imparato qualcosa. Arrivo al O’Callaghan Diblino Hotel alle A sinistra il pieghevole dentro il quale alloggiare la tessera magnetica datami come chiave della camera. Settimo piano, room six-hundred-eight intestata al sottoscritto. La moquette sul pavimento mi fa sentire il suo soffice tessuto in modo piacevole e confortevole.

Ne avevo proprio bisogno. Alla televisione, la BBC sta trasmettendo un servizio sulle abbondanti nevicate nell’Inghilterra del sud e la protezione civile inglese deve darsi da fare per aiutare le migliaia di automobilisti bloccati dalla neve sulle varie autostrade.

Andiamo bene, mi dico. Speriamo che la neve si fermi fublino solo paese di Albione. Ci mancherebbe altro che oltre al freddo ci si mettesse anche la cartin. Come dire, nel vero do di Dublino. A pranzo ho mangiato maluccio in aereo, con un piccolo spuntino e adesso avevo fame. Dunque, urge dare rifornimenti all’organismo. La mia macchina biologica ne ha bisogno.

Avevo prenotato un tavolo per le Poche ore dopo a Roma, due giorni prima di partire, ricevevo nella mia casella di posta elettronica la conferma della prenotazione con questo e-mail: Regards, Ruth Cunningham “. Quando l’ho ricevuto ero soddisfatto del messaggio. All’uscita dall’albergo sento freddo e prendo atto di non avere portato dei guanti. La saluto dicendole che sono italiano e che capivo benissimo il suo spagnolo ma non il suo inglese. Mi saluta ridendo, dicendomi ciao in italiano. Imbocco Fleet Street e subito dopo, diritto diritto, Temple Bar.

Perbacco, non scherzano mica questi irlandesi. Ho il tempo di fare dublimo giro intorno al palazzo per ripresentarmi al ristorante in perfetto orario. La serata scorre via piacevolmente.

Per dessert un budino chiamato Sticky Toffee Pudding con un bicchiere da ml di birra Guinness. A sinistra, due donne che parlano con interesse tra di loro ma di cui non capisco una sola parola. E poi, non mi interessa neanche capire. I miei orari non prevedono mai uscite notturne, soprattutto con un freddo del genere. Con quel tempaccio non c’era nulla di meglio, credetemi, che una buona dormita al calduccio nel letto e per il resto che i giovani si divertano. E’ la classica giornata grigia di un qualunque giorno invernale dublink isole britanniche.

  LEROI GOURHAN EL GESTO Y LA PALABRA PDF

Ho sempre trovato interessanti le coincidenze nelle carina di eventi importanti.

Ce ne sono tante altre ma oggi parliamo di Dublino e di rugby e non di altro. La partita inizia alla Ricordo che ero vestito apparentemente normale ma sotto avevo preziosi tessuti in grado di proteggermi anche dal freddo polare artico.

Ordino un cappuccino e mi seggo su un comodo divano sorseggiando e osservando il viavai delle persone. E ricordi straordinari di una bella giornata di sport. Ecco il biglietto per entrare nello stadio. Vedo la partita dall’alto degli spalti con l’Italia che tiene testa alla forte squadra irlandese, ma alla fine perde per pochi punti di scarto. Nonostante mi piaccia il rugby vedo distrattamente la partita. Mi faccio una doccia e riesco.

Una pioggerella fastidiosa inizia a bagnare le strade. E’ l’ora della cena. Questa volta vado a cenare in un ristorantino nell’ Aston Quayovvero sul lungofiume Liffey. Il ristorante si chiama “Fitzgeralds Aston Quay”. Cosa che faccio subito, dormendo pacificamente per tutta la notte. Si dice che dublini e vedere cose nuove elevi lo spirito. Io non credo di far parte di quello zoo di viaggiatori che dicono: I miei viaggi nascono con l’intento di visitare solo le capitali degli Stati dell’UE.

Non so parlare le lingue, non ho basi adeguate di geografia umana, di etnografia, di antropologia, etc. In poche parole, sono impreparato a dare giudizi pertinenti su un popolo. Crtina, questa mattina ho da imparare molto. Successivamente, ho da visitare il famoso Trinity College e qualche museo importante, magari lasciando un po’ di spazio all’improvvisazione che, in questi casi, non guasta. Salgo sull’autobus davanti al Trinity College e mi accomodo vicino al finestrino.

Fa freddo e piove leggermente. Caritna la mia guida di viaggio di Dublino e la cartina del City Tour mi metto ad osservare fuori. Patrizioil Guinness Storehouseetc. Ci sono pochi turisti sul bus. Quasi tutti sono tedeschi. Sono uno dei pochi italiani rimasti. Ne vedo altri cinque al Trinity Cublino durante la visita alla bellissima cittadella universitaria.